sabato 25 giugno 2011

Fusione Fredda: Le Scoperte di Rossi-Focardi

La magia del signor Rossi

Storia dell'invenzione che promette di cambiare il mondo.
In Grecia c'è chi è disposto a scommetterci 200 milioni di euro, negli Stati Uniti sarebbe già iniziata la produzione industriale, a novembre potrebbe già essere sul mercato. L'"Energy Catalyzer" inventato dall'Italiano Andrea Rossi è ancora un prototipo misterioso ma promette di diventare presto un caso internazionale o addirittura una rivoluzione del nostro modo di vivere e di produrre energia. L'"E-Cat" è infatti una piccola "macchina" che sembra trasformare pochi (ed economici) ingredienti in abbondanti chilowattora: bastano pochi grammi di polvere di nickel, una quantità minima di idrogeno ad alta pressione e -- una volta acceso -- il piccolo reattore sembra in grado di produrre energia per mesi e mesi. Il suo inventore non ha ancora rivelato i segreti del processo -- l'E-Cat è ancora in attesa di brevetto -- ma numerosi test negli ultimi mesi hanno confermato che l'energia misurata non può essere il frutto di alcun processo chimico. "Per esclusione deve trattarsi di un processo di tipo nucleare", hanno scritto due autorevoli fisici svedesi che hanno assistito a uno dei test. "Se davvero funziona vale il Nobel", dice a Rainews il Presidente del Comitato energia della Reale Accademia di Svezia Sven Kullander.

Ma nessuno -- neanche il suo inventore -- è ancora in grado di proporre una teoria scientificamente sostenibile su che cosa accada realmente nella camera di reazione dell'E-Cat.

Una bufala? Un'allucinazione collettiva? Oppure un'innovazione radicale?
L'inviato di Rainews Angelo Saso ha raccolto le voci dei protagonisti e degli esperti per svelare i retroscena di questa invenzione "che promette di cambiare il mondo".



Quali prospettive energetiche dopo la scoperta Rossi-Focardi? Ne discutono lo stesso professore Sergio Focardi, il professore di Fisica Francesco Celania, Stefano Borrino della società italiana brevetti insieme ai giornalisti e curatori del blog Petrolio Pietro Cambi e Debora Billi e al giornalista di Rainews Angelo Saso che sull'argomento ha realizzato un'inchiesta. Conduce Maurizio Torrealta.



mercoledì 22 giugno 2011

THE ENEMY UNMASKED: Il Ricatto dei Banditi Banchieri

THE ENEMY UNMASKED
di Bill Hughes
traduzione: http://nwo-truthresearch.blogspot.com
leggi anche i primi due capitoli:
THE ENEMY UNMASKED: La Cacciata dei Gesuiti dall'Europa e La Mano Divina Sopra l'America
THE ENEMY UNMASKED: Il Fronte Ebrei-Illuminati




Siccome Papa Clemente XIV e gli Imperatori Cattolici in tutta l'Europa erano impegnati nell'abolizione dei Gesuiti, non erano in grado di cooperare abbastanza bene tra di loro al fine di fermare l'esperimento protestante americano. Se non fosse mai intervenuta una Mano Divina a proteggere le 13 colonie non ci sarebbero mai stati gli Stati Uniti con la loro Costituzione data da Dio!
I Gesuiti erano molto turbati a causa delle loro espulsioni in tutto il mondo, e furono costretti alla clandestinità. Abbiamo visto che usarono il loro agente, Adam Weishaupt, per creare gli Illuminati, e usarono la Casa dei Rothschild per finanziarli. Non era precisamente qui, però, dove fu molto utile la ricchezza dei Rothschild. L'America stava diventando un gigante di ricchezza finanziaria e di prosperità. I Rothschild già erano coinvolti in un esteso commercio nelle Americhe. Oltre ai loro imperi finanziari e mercantili, i Rothschild stavano utilizzando la loro ricchezza per ottenere il dominio politico e religioso al fine di promuovere i fini dei Gesuiti con la distruzione del Protestantesimo in tutto il mondo.
Sono consapevole del fatto che i Rothschild sono un'importante famiglia ebraica. Li ho osservati nell'Enciclopedia Judaica e ho scoperto che portano il titolo di "Guardiani del Tesoro Vaticano..." La nomina dei Rothschild diede al nero papato assoluto riserbo e segretezza finanziaria.  Chi cercherebbe mai una famiglia di ebrei ortodossi come chiave della ricchezza della Chiesa Cattolica Romana? - F. Tupper Saussy, Rulers of Evil, Harper Collins Publishers,, pp. 160, 161.
I Gesuiti usarono tutte le loro risorse nel tentativo di distruggere l'America. Usarono il potente impero finanziario dei Rothschild per ottenere il controllo attraverso il denaro. Il Biografo Frederick Morton concluse che attraverso l'uso efficace del denaro i Rothschild con successo avevano saputo
conquistare il mondo più a fondo, più astutamente e in modo più duraturo di tutti i Cesari prima o tutti gli Hitler dopo di loro - Frederic Morton, The Rothschilds: A Family Portrait, Atheneum, p. 14.
I Rothschild credevano che se avessero potuto controllare il denaro di una nazione, allora avrebbero potuto controllare quel paese. Questo è chiaramente evidenziato nella seguente dichiarazione del biografo Derek Wilson.

Il settore bancario ha sempre costituito una "quinta proprietà" i cui membri erano in grado, attraverso il loro controllo dei cordoni della borsa reale, di influenzare gli eventi importanti. Ma la Casa dei Rothschild era immensamente più potente di qualsiasi impero finanziario che l'avesse mai preceduta. Essa controllava una vasta ricchezza. Era internazionale. Era indipendente. I governi Reali avevano paura di essa perché non potevano controllarla. I governi popolari la odiavano perché non era responsabile di fronte al popolo. - Derek Wilson, Rothschild: The Wealth and Power of a Dynasty, Charles Scribner's Sons, pp. 79, 98, 99.
Utilizzando la grande ricchezza dei Rothschild, i Gesuiti equipaggiarono gli eserciti per distruggere i paesi che non facevano quello che essi dettavano. Essi poterono comprare i politici e attraverso di essi cambiare le leggi della nazione. Questo è esattamente quello che hanno fatto in America e stanno ancora compiendo oggi! I Gesuiti hanno utilizzato la ricchezza dei Rothschild per controllare da dietro le quinte i più importanti eventi a livello mondiale negli ultimi secoli. Questo era vero quando iniziarono, mentre oggi sono le banche centrali di ciascun paese, tra cui la Federal Reserve, a rifornire  loro i fondi. Per illustrare come i Gesuiti e i Rothschild hanno usato i paesi e gli eventi per ottenere il dominio sulle nazioni e sui mercati finanziari, dobbiamo guardare alla battaglia di Waterloo tra Francia e Inghilterra, il 19 giugno 1815.

C'erano vaste fortune da guadagnare, e da perdere, sull'esito della Battaglia di Waterloo. La Borsa di Londra si agitava febbrilmente mentre i commercianti attendevano notizie sull'esito di questa battaglia dei giganti. Se la Gran Bretagna avesse perso, i consoli inglesi (unità di valuta, ndr) sarebbero precipitati a profondità senza precedenti. Se la Gran Bretagna avesse vinto, il valore del console sarebbe saltato a nuove altezze vertiginose.
Mentre i due enormi eserciti erano bloccati in battaglia fino alla morte, Nathan Rothschild aveva i suoi agenti che stavano lavorando febbrilmente su entrambi i lati del confine per raccogliere le informazioni più accurate possibili mentre procedeva la battaglia. Ulteriori agenti dei Rothschild erano a disposizione per portare bollettini di intelligence ad un posto di comando dei Rothschild strategicamente collocato nelle vicinanze.
Nel tardo pomeriggio del 19 giugno 1815, un rappresentante dei Rothschild saltò a bordo di un battello appositamente noleggiato e si diresse nel canale in una corsa affrettata verso la costa inglese. In suo possesso c'era un rapporto top secret degli agenti dei servizi segreti di Rothschild sui progressi della battaglia cruciale. Questi dati di intelligence si sarebbero rivelati indispensabili per Nathan nel prendere alcune decisioni vitali.
Nathan Rothschild
L'agente speciale si incontrò all'alba della mattina seguente a Folkstone con lo stesso Nathan Rothschild. Dopo aver rapidamente esaminato i punti salienti della relazione, Rothschild era di nuovo speditamente in viaggio verso Londra e la Borsa.
Arrivato alla Borsa nel bel mezzo di una frenetica speculazione sull'esito della battaglia, Nathan prese il suo posto usuale a fianco della famosa "Colonna di Rothschild". Senza alcun segno di emozione, senza il minimo cambiamento di espressione facciale nel suo volto di pietra, il capo della Casa dei Rothschild dagli occhi di ghiaccio diede un segnale prestabilito ai suoi agenti che stazionavano nelle vicinanze.
Gli agenti di Rothschild cominciarono subito a svendere i consoli sul mercato. Mentre centinaia di migliaia di dollari di consoli si riversavano sul mercato il loro valore iniziò a scivolare verso il basso. In seguito cominciarono a precipitare.
Nathan continuava ad appoggiarsi alla "sua" colonna, privo di emozioni ed inespressivo. Continuava a vendere, vendere e vendere. I consoli continuavano a cadere. La parola cominciava s spargersi attraverso la Borsa:"Rothschild sa", "Rothschild sa". "Wellington ha perso a Waterloo".
La vendita si trasformò in panico mentre la gente si precipitava a scambiare i loro consoli o la carta moneta "senza valore" con oro e argento, nella speranza di conservare almeno una parte della propria ricchezza. I consoli continuarono la loro picchiata verso l'oblio. Dopo diverse ore di scambi febbrili il console giaceva in rovina. Esso arrivò ad essere venduto per circa 5 centesimi di dollaro. Nathan Rothschild, privo di emozioni ed inespressivo come sempre, era ancora appoggiato alla sua colonna. Continuava a dare segnali sottili. Ma questi segnali erano differenti. Essi erano così sottilmente diversi che solo gli agenti Rothschild altamente addestrati furono in grado di rilevarne i cambiamenti. Su imbeccata del loro boss decine di agenti Rothschild si diressero verso i banchi di ordinazione intorno alla Borsa e acquistarono ogni console in vista di un "canto" che sarebbe arrivato di li a poco.
Poco tempo dopo nella capitale britannica arrivò la notizia "ufficiale". L'Inghilterra era oramai il padrone della scena europea. In pochi secondi il console salì alle stelle al di sopra del suo originale valore. Mentre il significato della vittoria britannica iniziava a penetrare nella coscienza pubblica, il valore dei consoli salì sempre più in alto. Napoleone aveva "incontrato la sua Waterloo". Nathan aveva acquisito il controllo dell'economia britannica. Durante la notte la sua già vasta fortuna si moltiplicò per venti volte. - Des Griffin, Descent into Slavery, Emissary Publications, pp. 27, 28.  
A partire dal 1815 i Gesuiti ebbero il controllo completo dell'Inghilterra. Se un leader non faceva come gli era stato detto, il denaro sarebbe stato usato per uccidere, calunniare, distruggere, ricattare o semplicemente rimuovere la persona dal suo incarico. I capitoli successivi mostreranno che questa procedura viene oggi usata per controllare le persone come George Bush e Tony Blair. Ciò che fu fatto in Inghilterra si sta facendo ora in molti paesi.
Mentre la nuova nazione Americana iniziava a dispiegare le sue ali, avrebbe avuto bisogno di una solida base finanziaria da cui operare. Aveva bisogno di una banca, d'accordo, ma la banca usò l'America invece dell'uso dell'America della propria banca. Robert Morris, il genio e l'opportunista della finanza, organizzò la prima banca. Lui ed i suoi compagni credevano che la banca avrebbe dovuto essere modellata alla maniera della Banca d'Inghilterra. Mentre la prima banca in Nord America non fu così spietata come le banche centrali di oggi, essa eseguiva molte delle operazioni di una moderna banca centrale. Investitori "Segreti" misero insieme 400.000 dollari per far partire questa banca. Questo tentativo falli dopo due soli anni. Noi identificheremo gli "investitori segreti" nei seguenti paragrafi.
Siete pregati di comprendere che le banche centrali che sono state istituite dai Gesuiti e dai Rothschild non sono per niente simili alle banche di quartiere che noi tutti usiamo per gestire i nostri soldi. Diamo uno sguardo più ravvicinato alla banca centrale e vediamo perché è così pericolosa. Useremo come esempio la Federal Reserve Bank. Ecco uno scenario molto semplificato che spiega in pratica una delle operazioni della Federal Reserve Bank. E' necessario capire che la Federal Reserve Bank non è di proprietà del governo degli Stati Uniti come molti credono. La banca centrale Federal Reserve Bank ha un totale monopolio sul denaro, il quale è fatto rispettare dal governo. Prima che arrivasse la banca centrale ogni singola banca era in competizione con le altre e i clienti, i consumatori, ottenevano l'offerta migliore. Adesso non più.
Sappiamo tutti che oggi il governo degli Stati Uniti prende il denaro a prestito e opera sotto un debito astronomico. Perché questo? Il senso comune detta che una politica di tale debito enorme prima o poi distruggerà l'organizzazione che la pratica, perché l'interesse sul debito dovrà per forza incrementare al di sopra degli introiti, rendendone impossibile il pagamento.
Ora andiamo al nostro scenario. Qui, più o meno, è come le cose procedono. 


Supponiamo che il governo degli Stati Uniti voglia prendere in prestito un miliardo di dollari. Il governo emette un'obbligazione per un tale importo, così come fa un'azienda dell'acqua quando vuole raccogliere i fondi per un nuovo acquedotto o una nuova diga. Il governo offre alla Federal Reserve Bank questa obbligazione per il miliardo di dollari. La Federal Reserve Bank prende l'obbligazione e compila un ordine al Dipartimento di Stampa e Incisione per la stampa dell'equivalente in banconote del milione di dollari. Dopo circa due settimane o giù di lì, quando vengono stampate le banconote, il Dipartimento di Stampa e Incisione spedisce le banconote alla Federal Reserve Bank, la quale compila quindi un assegno di circa 2000 dollari per pagare la stampa del milione di dollari in banconote. La Federal Reserve Bank prende quindi il miliardo di dollari e presta questo miliardo al governo degli Stati Uniti, e la gente del paese ogni anno paga su questo denaro, che è creato dal nulla, degli interessi ad un tasso esorbitante. I proprietari della Federal Reserve Bank emettono questo denaro dal nulla.
Vediamo, quindi, che quando il governo degli Stati Uniti va in debito di un dollaro, allora vanno nelle tasche della Federal Reserve Bank un dollaro più gli interessi. Questo è il più grande e colossale furto mai perpetrato nella storia dell'umanità, ed è così astuto, così sottile e così offuscato dalla propaganda dei mezzi di comunicazione, che le vittime non sono nemmeno consapevoli di ciò che sta accadendo. Si capisce perché i Gesuiti vogliano tenere segreto questo funzionamento.
La Costituzione degli Stati Uniti conferisce al Congresso il potere di battere moneta. Se il Congresso avesse coniato il proprio denaro come dettato dalla Costituzione, non avrebbe dovuto pagare centinaia di miliardi di dollari di interesse che esso paga attualmente ogni anno alle banche per il debito nazionale, per del denaro che è venuto dal nulla. Il denaro coniato dal Congresso sarebbe del tutto privo di debiti. Tutte le banche centrali degli altri paesi operano allo stesso modo della Federal Reserve.
Il Segretario del Tesoro Alexander Hamilton nel 1790 presentò al Congresso una proposta per una banca centrale. E' interessante notare che Hamilton era un collaboratore di Robert Morris nell'iniziale esperienza delle banche centrali nel Nord America. Sorprendentemente, durante il convegno Costituzionale del 1787, Hamilton fu un forte sostenitore della moneta solida; che egli stesso abbandonò completamente nel volgere di tre anni; e la proposta di una banca centrale, la quale poteva generare denaro come fa la Federal Reserve, mostra che la fedeltà di Hamilton fu compromessa dai Gesuiti.

Alexander Hamilton
Ciò è difficilmente perdonabile e dobbiamo sospettare che, anche le più buone intenzioni degli uomini possono essere compromesse dalle tentazioni di ricchezza e potere. - G. Edward Griffin, The Creature from Jekyll Island, American Opinion, p. 328.
Prestate attenzione alla conclusione di Griffin. Siccome Alexander Hamilton aveva cambiato drasticamente la sua posizione nell'arco di pochi anni, potremmo essere portati a credere che egli fu corrotto o ricattato dagli "investitori segreti": o questo o si unì a loro. Thomas Jefferson vide chiaramente ciò che una banca centrale avrebbe fatto all'America. Egli dichiarò:

Thomas Jefferson 
Una banca centrale privata che emette valuta pubblica è un minaccia alle libertà del popolo più grande che un esercito permanente. - The Writings of Thomas Jefferson, Volume X, G. P. Putnam & Sons, page 31.
Jefferson si rese conto che se si fosse mai istituita una banca centrale in America, i banchieri avrebbero avuto a disposizione una quantità di denaro virtualmente illimitata per controllare il voto dei legislatori, e per controllare i media e quanto detto da loro. In breve tempo i banchieri avrebbero essenzialmente riscritto la Costituzione e la Carta dei Diritti attraverso le leggi incostituzionali che avrebbero fatto passare. Thomas Jefferson aveva del tutto ragione, perché oggi noi abbiamo leggi, come il Patriotic Act e l'Homeland Security Act, sufficienti a convertire letteralmente gli Stati Uniti in uno stato di polizia, quando saranno attuate tutte le disposizioni di questi atti. Proprio come la vecchia Banca del Nord America, la nuova banca degli Stati Uniti aveva l'ottanta per cento del capitale di investimento iniziale fornito dagli investitori "segreti", mentre il governo mise solo il venti per cento. Chiunque siano stati questi investitori "segreti", avevano un enorme potere in America perché avevano il controllo del denaro Americano. I molti libri scritti in questo periodo ci dicono chi fossero queste persone. 


Sotto la superficie i Rothschild avevano d tempo una forte influenza nel dettare le leggi finanziarie americane. Le annotazioni di legge indicano che essi erano il potere nella vecchia Banca degli Stati Uniti. - Gustavus Myers, History of the Great American Fortunes, Random House, p. 556 [corsivo aggiunto].
Nel corso degli anni, da quando N.M. [Nathan Rothschild], il produttore tessile di Manchester, aveva acquistato del cotone dagli stati meridionali, i Rothschild svilupparono grossi imperi finanziari. Nathan...aveva fatto dei prestiti ai vari stati dell'Unione, essendo stato, per un certo tempo, il banchiere europeo ufficiale per il governo degli Stati Uniti e  un sostenitore impegnato della Banca degli Stati Uniti. - Derek Wilson, Rothschild: The Wealth and Power of a Dynasty, Charles Scribner’'s Sons, p. 178.
I Rothschild e i Gesuiti utilizzarono la loro grande ricchezza per prendere possesso degli Stati Uniti per un gran numero di anni, attraverso i politici traditori. Al tempo dei Rothschild, nell'Inghilterra Vittoriana, Benjamin Disraeli fu il Primo Ministro per molti anni. Nel 1844 scrisse un romanzo politico intitolato Coningsby. Uno dei personaggi chiave del libro era un mercante e banchiere molto potente, che si chiamava Sidonia. Dalla cronaca degli eventi risulta chiaro che Sidonia è davvero Nathan Rothschild d'Inghilterra. Nel libro, Disraeli dichiara:
L'Europa aveva bisogno di soldi, e Sidonia [Nathan Rothschild] era pronto a prestarli all'Europa. La Francia ne voleva alcuni; l'Austria di più; la Prussia un poco; la Russia pochi milioni. Sidonia avrebbe rifornito tutti quanti.
Non è difficile immaginare che, dopo aver perseguito per circa dieci anni la carriera che abbiamo lasciato intendere, Sidonia [Nathan Rothschild] era diventato uno dei personaggi più notevoli in Europa. Egli aveva stabilito o un fratello, o un parente prossimo, nella maggior parte delle principali capitali, così da poter contare su di loro. Era signore e padrone del mercato monetario mondiale, e, naturalmente, praticamente signore e padrone di tutto il resto. Egli teneva letteralmente in pegno i redditi del Sud Italia; e monarchi e ministri di tutti i paesi cercavano il suo consiglio ed erano guidati dai suoi suggerimenti - Benjamin Disraeli, Coningsby, Alfred A. Knopf, p. 225 [corsivo aggiunto].
I Gesuiti e i Rothschild non si sarebbero accontentati di niente di meno. Dopo che la Banca Centrale di Hamilton fallì, i Gesuiti furono in grado di stabilire una terza banca centrale nel 1816,  con Nicholas Biddle come loro agente. Lo statuto di questa banca andò avanti fino al 1826. Biddle fece un tentativo di rinnovare lo statuto di questa terza banca durante la campagna presidenziale del 1832. Biddle credeva che Andrew Jackson non avrebbe avuto il coraggio di rischiare il suo secondo mandato opponendosi a lui; così Biddle sentì che questo era il momento ideale per rinnovare lo statuto della banca. Andrew Jackson capì i pericoli della banca centrale e pose il veto al disegno di legge per rinnovare lo statuto della banca. L'argomento di Jackson era semplice.

Andrew Jackson
Non vi è un pericolo per la nostra libertà e indipendenza in una banca che nella sua natura ha così poco da spartire con il nostro paese?...[Non abbiamo] motivo di tremare per la limpidezza delle nostre elezioni in tempo di pace e per l'indipendenza del nostro paese in tempo di guerra?...Del corso che sarà perseguito da una banca quasi interamente di proprietà di soggetti di una potenza straniera, e gestita da coloro i cui interessi, se non l'affetto, senza dubbio sarebbe corso nella stessa direzione...Controllando la nostra moneta, ricevendo il nostro denaro pubblico e mantenendo migliaia di cittadini nella dipendenza, sarebbero più temibili e pericolosi di una potenza navale e militare nemica - Herman E. Kross, Documentary History of Banking and Currency in the United States, Chelsea House, pp. 26, 27.
Jackson temeva che gli stranieri, che volevano dominare e controllare l'America, avrebbero utilizzato la banca centrale per distruggerla. I Rothschild e i Gesuiti fecero esattamente questo per molti anni. La citazione che segue mostra come Nicholas Biddle manipolò il Congresso.

Nicholas Biddle
Biddle aveva un forte vantaggio sul suo avversario. Ai fini pratici, il Congresso fu nelle sue tasche. O, più precisamente, il prodotto della sua generosità era nelle tasche dei parlamentari. Seguendo la Formula Rothschild, Biddle era stato attento a premiare i politici compiacenti con il successo nel mondo degli affari. Pochi di loro avrebbero morso la mano che li nutriva. Anche il grande senatore Daniel Webster si trovò in ginocchio presso il trono di Biddle. - G. Edward Griffin, The Creature from Jekyll Island, American Opinion, p. 351.
Da 1830 il piano Biddle-Rothschild-Gesuiti era perfettamente funzionante. Essi controllavano gli uomini del Congresso degli Stati Uniti, dando loro denaro per avere successo nel mondo degli affari. Fino a quando gli uomini del Congresso votavano ciò che gli veniva detto la loro attività andava bene, ma se avessero disubbidito i loro soldi e le altre risorse sarebbero state trattenute e le loro attività fallite.

Biddle non era privo di risorse. In linea con la sua convinzione che l'attività bancaria era la fonte ultima del potere, egli anticipava regolarmente dei fondi ai membri del Congresso, quando un ritardo sulla riscossione dei crediti ostacolava la loro paga.
Daniel Webster fu, in tempi diversi, un direttore della Banca e un suo dipendente come consulente. "Credo che la mia assunzione non verrà rinnovata o aggiornata come al solito. Se avessero voluto veder continuare la mia relazione con la banca, avrebbero potuto bene darmi il solito ingaggio." Vennero accomodati numerosi altri uomini distinti, incluso membri della stampa. - John Kenneth Galbraith, Money: Whence it Came, Where it Went, Houghton Mifflin, page 80.
Le annotazioni di Webster al Congresso erano state in precedenza a favore di una moneta solida. Quando Biddle comprò Webster con denaro e altre lusinghe, egli cedette e diventò un sostenitore degli obiettivi bancari corrotti di Biddle. Webster diventò uno dei sostenitori più accaniti delle Banche Centrali. In maniera così tragica che Daniel Webster non ebbe il coraggio morale di resistere alle tangenti di Biddle! Nei primi anni del 1830 il Congresso era in balia di molti Gesuiti che, segretamente, cercavano di minare i grandi principi della nostra Costituzione.
Quando Andrew Jackson cacciò finalmente Nicholas Biddle e la banca centrale, egli dovette affrontare altre cose, come gli assassini Gesuiti
.

Con questi risultati, raggiunti sulla scia della sua vittoria sulla Banca, il Presidente si era guadagnato l'odio eterno degli scienziati monetari, sia in America che all'estero. Perciò, non ci sorprende che il 30 gennaio si compiesse un attentato contro la sua persona. Miracolosamente, entrambe le pistole dell'aggressore fecero cilecca e Jackson fu risparmiato da un capriccio del destino. Questo fu il primo tentativo di attentare contro la vita di un Presidente degli Stati Uniti. L'aspirante assassino era Richard Lawrence, il quale o era veramente un pazzo o fingeva di esserlo per sfuggire alla dura punizione. In ogni caso, Lawrence fu dichiarato non colpevole a causa della sua follia. Più tardi si vantò con gli amici che era stato in contatto con gente potente in Europa, che aveva promesso di proteggerlo dalla pena nel caso fosse stato catturato. - G. Edward Griffin, The Creature from Jekyll Island, American Opinion, p. 357.
I cospiratori Rothschild-Gesuiti sono individui spietati e malati che non si fermeranno davanti a nulla fino a quando il Protestantesimo e gli Stati Uniti non saranno distrutti, e il papato governerà di nuovo il mondo. I Rothschild e i Gesuiti avevano bisogno di raggrupparsi. Nei 20 anni seguenti la regola del gioco fu l'assassinio, giacché due presidenti furono avvelenati e uno fu quasi ucciso dal veleno. Poi, si udirono i cannoni da guerra mentre la Guerra Civile arrossava il suolo americano. Secondo il cancelliere tedesco Otto von Bismark, tutto questo fu attentamente pianificato.

Otto von Bismark
La divisione degli Stati Uniti in federazioni di eguale forza fu decisa molto tempo prima della Guerra Civile per conto degli alti poteri finanziari europei. Questi banchieri avevano paura che gli Stati Uniti, se fossero rimasti un unico blocco come nazione, avrebbero raggiunto l'indipendenza economica e finanziaria, la quale avrebbe sconvolto il loro dominio finanziario in Europa e nel mondo. Naturalmente, nel "circolo interno" della finanza, la voce dei Rothschild prevalse. Essi videro l'opportunità di un bottino prodigioso, se solo avessero potuto instaurare delle democrazie deboli, gravate da debiti verso i finanzieri...in luogo di una vigorosa Repubblica sufficiente a se stessa. Pertanto, essi inviarono i loro emissari nell'arena per sfruttare la questione della schiavitù e spingere un cuneo tra le due parti dell'Unione...La rottura tra il Nord e il Sud divenne inevitabile; i maestri dell'alta finanza europea impiegarono tutte le loro forze per realizzarla e per volgerla a loro vantaggio. - [Citato in] G. Edward Griffin, The Creature from Jekyll Island, American Opinion, p. 374.
I Rothschild e i Gesuiti usarono la guerra civile per dividere gli Stati Uniti in due paesi contendenti. Ciò avrebbe reso l'America più debole e più facile da controllare. Ne sarebbe risultato il controllo politico e costituzionale, che, insieme alla ricchezza materiale in America, avrebbe quindi facilitato il rendere l'America schiava dei Gesuiti di Roma. Nonostante il fatto che la guerra civile non sia riuscita a realizzare la distruzione degli Stati Uniti, i Gesuiti, in ogni caso, raggiunsero gran parte dei loro obiettivi, come le condizioni degli Stati Uniti mostrano chiaramente oggi. Il Presidente Lincoln capì l'insidiosa mano cospiratoria dei Rothschild e dei Gesuiti nella Guerra Civile. Egli sapeva che sarebbero stati implacabili nella loro ricerca della distruzione degli Stati Uniti. Lincoln temette molto per la sopravvivenza dell'America e fece tutto il possibile per sconfiggere i loro scopi. Egli disse:

Abramo Lincoln
Il potere del denaro [i Rothschild e i Gesuiti] consuma la nazione in tempi di pace e cospira contro di essa in tempi di avversità. E' più dispotico della monarchia, più insolente che l'autocrazia, più egoista della burocrazia. Vedo in un prossimo futuro l'avvicinarsi di una crisi che mi innervosisce e mi fa fremere per la sicurezza del mio paese. Le corporation sono state messe sul trono, e seguirà un'era di corruzione, e il potere del denaro del paese si sforzerà di prolungare il suo regno, lavorando sui pregiudizi della gente, fino a quando la ricchezza verrà aggregata in poche mani e la repubblica sarà distrutta. - Archer Shaw, ed., The Lincoln Encyclopedia: The Spoken and Written Words of A. Lincoln, Macmillan, p. 40.
Come fu profetico; ciò è esattamente quello che è successo.
Abramo Lincoln era consapevole che lo schema dei Rothschild-Gesuiti era quello di compromettere i leader dell'America. Utilizzando le loro infinite risorse di denaro, questi uomini malvagi controllavano molti leader politici ai più alti livelli del governo americano, e questo accadeva a metà dell'800. Oggi la situazione è molto peggiore. I politici americani stanno vendendo il loro paese ai Gesuiti con la possibilità di diventare ricchi ed influenti. Abbiamo visto che anche il grande Daniel Webster fu una pedina nelle loro mani. In un discorso tenuto nel 1837 Lincoln dichiarò:
Nessun potere straniero o combinazione di poteri stranieri poteva prendere un drink all'Ohio o camminare sul Blue Ridge. Fino a che punto, allora, dobbiamo aspettarci l'avvicinamento del pericolo? Se esso mai ci raggiungerà, dovrà scaturire in mezzo a noi, non potrà venire dall'esterno. Se la distruzione è la nostra sorte, noi dovremo esserne gli autori e i perfezionatori. Noi dobbiamo vivere per tutto il tempo come una nazione libera, o morire suicidi. - Joan Veon, The United Nations' Global Straightjacket, Hearthstone Publishing, p. 64.
Avidità, egoismo e benefici finanziari vengono utilizzati per compromettere i politici al fine di fargli approvare leggi che tradiscono lo scopo della Costituzione e portare l'America verso un sentiero mai auspicato dai nostri Padri Fondatori. Questi politici adottano principi di governo come quelli del comunismo e della Rivoluzione Francese. Dopo il terribile bagno di sangue chiamato Guerra Civile la nazione era dissanguata e le cose erano in disordine. Il paese era molto più vulnerabile ai maggiori danni dei Gesuiti, ed questi presero un ampio vantaggio su di esso.

sabato 18 giugno 2011

Angeli e Demoni: La Distruzione del Papato degli Illuminati-Gesuiti

Eric Jon Phelps
27 novembre 2009
traduzione
: http://nwo-truthresearch.blogspot.com

Il film
Angeli e Demoni suggerisce la futura distruzione dello Stato della Città del Vaticano del Papa, che è diventato sinonimo del suo ospite, l'antica città di Roma.
Ogni volta che qualcuno pensa a Roma pensa subito al Vaticano e Piazza San Pietro. Per essere chiari riguardo al futuro della Città del Vaticano, secondo una lettura letterale delle "Rivelazione di Gesù Cristo" (l'ultimo libro del Nuovo Testamento), solo i "Dieci Re", ancora da venire nella storia del mondo (Apocalisse 17:12-17), distruggeranno Roma con la sua Città del Vaticano.
Questi "Dieci Re" distruggeranno Roma con il "fuoco" (17:16), il fuoco generato dalle armi dei "Dieci Re". Così, Roma sarà distrutta dal fuoco di origine umana dopo che il finale Cesare Papale Romano/"Settimo Re" del Rivissuto Impero Romano (Unione Europea) sarà assassinato, e poi riportato in vita per essere "l'Ottavo Re", l'Anticristo/l'Uomo Bestia (Apocalisse 13:3-10). Fino a quel momento, Roma e quindi Città del Vaticano, saranno indistruttibili. La distruzione e l'incenerimento della "Città Eterna" attraverso un incendio di origine umana, si svolgerà subito dopo l'assassinio del Papa - ferito a morte da una spada (Ap. 13:3, 12, 14) - che risorge dai morti ed è quindi posseduto da Satana, per essere l'Anticristo. Non preoccupatevi, il Papa Nero Luciferiano/Illuminato/Massone e i suoi Dieci Assistenti professati del quarto voto hanno in progetto questo piano, ma sicuramente sanno che non può essere attuato fino all'inizio dei 42 mesi di regno del profetizzato "Vicario di Cristo/Vicario di Horus resuscitato" - il Papa risorto, il risorto "Settimo Re" trasformato nell' "Ottavo Re" - L'Uomo Bestia/Anticristo.
Angeli e Demoni
è stato scritto da Dan Brown, un evidente coadiutore temporale gesuita con potenti connessioni con Hollywood, il cui più influente organizzatore negli anni '30 fu il Cavaliere di Malta Joseph P. Kennedy, padre del Klan Kennedy. Brown ha una conoscenza dall'interno del Papato e dell'Opus Dei (evidenziata dal suo Codice Da Vinci, un altro film con l'attore Tom Hanks - allevato come un Cattolico Romano per i primi dieci anni della sua vita dalla madre Cattolica Portoghese-Americana) così come della Massoneria Illuminata.
Il tema della storia del Codice Da Vinci fu preso da Holy Blood, Holy Grail, scritto da Michael Baigent, Richard Leigh e Henry Lincoln. Per inciso, Baigent è un massone cattolico e Grande Ufficiale della Gran Loggia Unita d'Inghilterra, quindi un suddito del Principe Edoardo, duca di Kent, cugino di primo grado della Dama di Malta Regina Elisabetta II, "principessa consorte" di Papa Benedetto XVI.
 
Angeli e Demoni è stato diretto da Ron Howard, un altro massone americano di alto livello con legami con Hollywood fin dai tempi in cui interpretava la parte del bambino "Opie Taylor" in "The Andy Griffith Show". Dopo aver diretto il blasfemo Codice Da Vinci [dove si dice, ad esempio, che il Signore Gesù Cristo non era Figlio di Dio, che non è mai morto e risorto, manifeste dottrine Islamiche-Coraniche/Giudaiche-Talmudiche dell'Anticristo (I Giovanni 4:1-3)], Howard e Hanks potranno quindi produrre il film più profetico per i loro padroni, i Gesuiti che governano il Vaticano al servizio il del falso, pagano, Bianco Gentile "Gesù Cristo", creato da Costantino nel 325 dC, raffigurato sul diabolico "crocifisso".
 
La trama del film Angeli e Demoni è incentrata intorno ad un giovane prete irlandese vestito con una tonaca nera, dando l'apparenza che egli sia un Gesuita, il "Demone" del film. Il Sacerdote Patrick McKenna l'Illuminatus, che ricopre la carica di "Camerlengo", officia per conto dell'assassinato Papa Pio XVI, segretamente il padre biologico di McKenna, che in realtà ha avvelenato suo padre, il papa. Per fuggire dalla realtà, il Camerlengo deve sempre essere un Cardinale: egli sovrintende alla gestione delle proprietà e dei ricavi dell'Impero Vaticano Internazionale del Papa; in altre parole, il Camerlengo è un agente del Superiore Generale dei Gesuiti, perché queste proprietà ed entrate appartengono solo alla Compagnia di Gesù! Così, il giovane Camerlengo Gesuita vestito di nero (il demonio), mentre incarica il Cardinale in Conclave vestito di rosso nel deliberare l'elezione di un nuovo papa (Angeli), deve risultare molto divertente ai Gesuiti Illuminati di alto livello che supervisionano il Vaticano da Borgo Santo Spirito, il loro quartier generale militare a Roma. (Sì, l'Ordine dei Gesuiti è "il Borg" di Star Trek!)
Secondo il libro (non il film), il Camerlengo, usando il nome di "Janus-Giano", assume “Hassassin” per compiere gli omicidi dei quattro cardinali preferiti per la carica di papa. “Hassassin” è un arabo musulmano di origine medio orientale e si lamenta apertamente degli omicidi dei suoi antenati per opera dei "Crociati". I Gesuiti hanno sempre messo in mostra due volti, raffigurati dal Janus-Giano bifronte. L'Ordine, dato un qualsiasi argomento, ha sempre una falsa politica verso l'esterno, mentre perseguirà vigorosamente una segreta, reale politica. Così, la politica scoperta ma falsa del Camerlengo Gesuita-Illuminato è quella di salvare il papato, mentre la sua politica segreta ma vera è quella di distruggerlo, identica alle politiche degli Illuminati-Compagnia di Gesù!
 
Ma "Janus-Giano" e "Hassassin" potrebbero riferirsi ad una futura trama di infamia! Potrebbe l' "Hassassin" del libro (non del film) Angeli e Demoni (uscito nel 2000) riferirsi al futuro Nidal Hasan che ha assassinato 14 persone (incluso il bambino nel grembo di una delle vittime) alla base dell'Esercito di Fort Hood in Texas il Giorno dell'Assassino Gesuita Guy Fawkes, il 5 novembre 2009?
Potrebbe il "Giano" bifronte che ha assunto "Hassassin" non essere altro che il vice presidente Joseph Biden, il "Camerlengo Irlandese" e il successore dell'abominevole Dick Cheney qui negli Stati Uniti, essendo Biden in possesso di lauree ad honorem di due università dei Gesuiti in Pennsylvania?
Dal momento che Hasan era nel team di transizione del presidente Obama all'interno del Dipartimento dell'Homeland (“Romeland”) Security (Sicurezza Nazionale), potrebbe essere che il Bianco-Irlandese Cattolico Romano Americano Joseph Biden - nella sua funzione di "Camerlengo bifronte" per il Papa Benedetto XVI negli Stati Uniti (così come il suo "alter ego" della Massoneria - il Musulmano Presidente degli Stati Uniti, Mulatto Barry Davis Obama) - sia stato la mente dietro all'omicidio di massa delle truppe statunitensi a Fort Hood? 
Joseph Biden
Non era Hasan, come "Hassassin", di origine araba medio orientale che si lamentava per l'uccisione del popolo arabo iracheno da parte dei "Crociati" Americani? I paralleli sono impressionanti e varrebbe la pena far indagare il Dipartimento di Giustizia, un DDG sguinzagliato dai Gesuiti della Georgetown University!
 
Il film Angeli e Demoni inizia con il furto di "anti materia" prodotta da un laboratorio di Ginevra, in Svizzera. Ginevra è stata sotto il dominio dei Gesuiti fino a non più tardi del 1850. Espulso dalla Svizzera nel 1847 per aver fomentato una guerra civile contro i protestanti, l'Ordine riacquistò la sua supremazia poco dopo. A partire dal 1878 lo stemma di Ginevra ha incluso parte del sigillo del Generale Gesuita "IHS". Così, si capisce perché Ginevra è una delle principali città con attività bancarie in Europa, e perché la Svizzera è virtualmente immune ad ogni guerra continentale. La guardia del corpo del Papa che protegge lo Stato Sovrano della Città del Vaticano viene reclutata dalla Svizzera e si chiama "Guardia Svizzera", ed è anche in primo piano nel film.
La trama si dipana con Langdon sul "sentiero dell'illuminazione" che coinvolge quattro luoghi di culto dove i quattro Cardinali rapiti - uno dei quattro uomini sarà prescelto per sostituire l'ultimo papa - devono essere uccisi. Ogni Cardinale è segnato con il nome di uno dei quattro elementi della mitologia greca in questo ordine: "terra", "vento", "fuoco", "acqua". Nella prima località il primo cardinale è ucciso con fango premuto nella sua bocca, che simboleggia la "terra" - mentre viene marchiato sul petto con la parola "terra" in caratteri gotici. Il secondo Cardinale nella seconda località sarà pugnalato nei polmoni, che simboleggiano il "vento" - e marchiato con la parola "vento" nel suo petto. Il terzo Cardinale nella terza località è sospeso sopra il fuoco e alla fine cade tra le fiamme - con la parola "fuoco" scritta sul suo petto. E il quarto Cardinale, legato e imbavagliato, è spinto dentro una fontana nella quarta località, simboleggiando l'"acqua" - con "acqua" marchiata sul suo petto, ma lui (secondo il film e non il libro) ad un certo momento viene salvato dalla morte dal Professor Robert Langdon!
 
Bernini dipinto da Baciccio
I quattro siti degli Illuminati sono molto più importanti, in quanto essi riguardano la storia dell'Ordine dei Gesuiti e del suo maestro d'arte, Gian Lorenzo Bernini! In ottimi rapporti con il Superiore Generale Gesuita Giovanni Paolo Oliva e avendo realizzato il busto di re Luigi XIV di Francia - il "Re Sole" dell'Ordine e l'assassino di massa degli Ugonotti Protestanti Calvinisti, le opere di Bernini si trovano in tutte e quattro le sedi! La prima località è la Cappella Chigi in cui il film ritrae una statua alata metà uomo/metà bestia. 
La statua predice l'avvento dell' "Uomo Bestia" dell'Apocalisse 13:3-10, "L'Anticristo" di I Giovanni 2:18. Nella cappella ci sono due delle opere del Bernini: la scultura "Abacuc e l'Angelo" e il medaglione del viso aggiunto alla Piramide Egizia sulla tomba del banchiere Vaticano Agustino Chigi. Quindi, questa prima località di omicidio è espressa nelle abilità artistiche degli Illuminati-Gesuiti. 
La seconda località per l'omicidio rituale degli Illuminati-Gesuiti sul "sentiero dell'Illuminazione" è Piazza San Pietro, nella quale fu disposto un motivo occulto dal gesuita Bernini. Ma l'omicidio si svolge presso il "West Ponente" - West Point - nella Piazza e il Cardinale che viene ucciso è un uomo di colore. Potrebbe essere che i Gesuiti abbiano diretto la trama del film inserendo questo dettaglio per indicare la caduta del West (Occidente) - gli Stati Uniti - e lo sterminio di tutti i 60 milioni di neri al loro interno? Anche in questo caso l'omicidio di questo Cardinale Nero si manifesta nella Piazza San Pietro del Gesuita Bernini.
La terza località sul "sentiero dell'Illuminazione Gesuita" è la Cappella Cornaro nella piccola basilica della chiesa romana Santa Maria della Vittoria. Vi è qui una scultura del Gesuita Bernini dal titolo "Estasi di Santa Teresa", che sta sperimentando, secondo alcuni recenti critici, "un orgasmo con dita del piede arricciate". 
E' il fuoco della passione sessuale in cui il terzo Cardinale viene bruciato vivo da un vero e proprio "fuoco".
La quarta località scoperta dal Professor Langdon è Piazza Navona. In mezzo ad essa c'è la "Fontana dei Quattro Fiumi" anch'essa progettata dal coadiutore temporale gesuita Bernini! Il monumento parla al mondo unito sotto il dominio del Papa - il Papa finale, ucciso e risorto dai morti, il risorto "Horus", il promesso Messia babilonese. 
I fiumi sono il Nilo (Sud), il Danubio (Nord), il Gange (Est) e il Rio del Plata (Ovest). Ovviamente, tutte e quattro le sedi del "sentiero dell'Illuminazione" di Langdon sono dominate dall'arte del coadiutore temporale gesuita Gian Bernini. I principali manufatti Barocchi a Roma sono tutti realizzati dalla mano dell'indemoniato Bernini sotto la direzione dei Gesuiti che dominavano il papato nel 1650.

Ma c'è un altro omaggio a dimostrazione che la Compagnia di Gesù sono gli "Illuminati" di Angeli e Demoni. Dove finisce il "Sentiero dell'Illuminazione"? Niente popò di meno che a Castel Sant'Angelo, il monumento dell'incarcerazione del Superiore Generale Gesuita Lorenzo Ricci. Perché fu qui che il "Padre Generale" fu imprigionato dopo la soppressione e l'estinzione della Compagnia con la Bolla papale di Clemente XIV del 1773. Fu qui che il Generale Ricci, dopo aver decretato la fondazione degli Illuminati Bavaresi per conto di Adam Weishaupt, diede i suoi ordini finali prima di morire nel 1775 - lo stesso anno dell'inizio della nostra Rivoluzione Americana Protestante, Battista-Calvinista e fondata sulla Bibbia! E' qui, a Castel Sant'Angelo, che, nel 1775, ebbe fine il viaggio del maestro degli Illuminati-Gesuiti.

In sintesi, Angeli e Demoni predice la futura distruzione della Città del Vaticano da parte della Luciferiana-Illuminata Società di Gesù. Mentre rievoca i diversi Papi che sono stati assassinati per ordine del Superiore Generale nel corso degli ultimi 450 anni; la guerra dell'Ordine contro il Papato ebbe inizio con la Rivoluzione Francese e terminò con il ripristino formale della Società (1789-1814) - la risposta di guerra alla Bolla di Soppressione ed Estinzione di Papa Clemente XIV che doveva essere "per sempre" (1773); l'avvelenamento di Papa Giovanni Paolo I da parte dell'Ordine per mezzo degli alti livelli della Massoneria all'interno del Vaticano, dimostrato da In God's Name di David Yallop (1984), e l'esposizione, per opera del Gesuita Malachi Martin, degli intrighi dell'Ordine contro la gerarchia romana, mentre questo ha il controllo plenario della "Santa Sede", come in seguito stabilito in The Jesuits: The Society of Jesus and the Betrayal of the Roman Catholic Church dello stesso Martin, (1987), non ci fa sorprendere del fatto che l'elite degli Illuminati Gesuiti che governa l'Ordine all'apice della piramide anticipi con impazienza la distruzione di Roma.


giovedì 16 giugno 2011

Blackwater: Cavalieri di Malta in Iraq


"I Cavalieri di Malta sono le milizie del Papa, e fanno voto di totale obbedienza attraverso un giuramento di sangue che viene preso molto seriamente fino alla morte. Il Papa, come capo del Vaticano è anche il capo di una potenza nazionale straniera."
-
L'Enciclopedia della Massoneria e le sue Scienze Affini di Albert G. Mackey, massone di 33° grado, pubblicato da Masonic History Company, Chicago, New York, & London, 1925: (Volume One, pp. 392-95)

"La dolorosa saga della storia arabo-musulmana moderna rievoca le battaglie combattute nelle crociate dell'XI secolo - quando i Cavalieri di Malta iniziarono la loro attività come milizia cristiana la cui missione era quella di difendere la terra conquistata dai crociati. Questi ricordi ritornano prepotentemente alla mente con la scoperta dei legami tra le imprese della cosiddetta sicurezza in Iraq, come la Blackwater, la quale ha legami storici con l'Ordine di Malta. Non possiamo esagerare: l'Ordine di Malta è un governo nascosto o il più misterioso governo del mondo."

- Jordanian MP Jamal Muhammad Abidat, da un editoriale del quotidiano Al-Bayan degli Emirati Arabi Uniti, intitolato “The Knights of Malta – more than a conspiracy”. Abidat descrive il ruolo svolto dai Cavalieri di Malta durante le Crociate, e il fatto che l'Ordine stia giocando un ruolo simile oggi nel Medio Oriente, mentre cita i conflitti in Iraq e Afghanistan.

Re Juan Carlos, il Successore del dittatore fascista Francisco Franco e Cavaliere di Malta, con il Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta, il Cardinale Andrew Bertie, 2000. [nota nwo-truthresearch: l'attuale Gran Maestro dello SMOM è Robert Matthew Festing]


La Blackwater è più di un "esercito privato", molto di più di un'altra operazione di business capitalistica profittatrice di guerra. Si tratta di un esercito che opera al di fuori di tutte le leggi, al di fuori e al di sopra della Costituzione degli Stati Uniti; eppure è controllato da persone dentro e fuori il nostro governo, la cui fedeltà, in primo luogo, è quella allo stato estero del Vaticano. In altre parole, la Blackwater è un esercito religioso al servizio del Papa di Roma, per mezzo dell'Ordine di Malta, che, secondo il diritto internazionale, è considerato un'entità sovrana con poteri speciali poteri e privilegi diplomatici. Come la Blackwater, l'Ordine di Malta è "intoccabile" perché è il cuore dell'elite aristocratica.  


Il Cavaliere di Malta Amschel Mayer Rothschild (1744-1812)


I Cavalieri di Malta non sono soltanto una "organizzazione caritatevole". Questa è solo un fronte di copertura, che tra breve dovrebbe diventare a voi più chiaro. Come lo stesso nome Sovrano Ordine Militare di Malta ci conferma, questo è un ordine militare, basato sui crociati Cavalieri Ospitalieri di Gerusalemme e si intreccia con la Massoneria. La maggior parte delle persone non hanno mai nemmeno sentito parlare del SMOM, e tanto meno del fatto che si tratta di una parte della massoneria. Ma questo e il metodo che piace all'elite aristocratica.


[nota nwo-truthresearch: sopra trovate Il simbolo dei Cavalieri Ospedalieri del Sovrano Militare Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, Cavalieri di Malta dell'Ordine Ecumenico, ricavato dal loro stesso sito. Sotto un altro simbolo, tratto dall'articolo originale]

Uno dei simboli degli ordini militari del Vaticano, l'aquila a due teste massonica decorata con la croce di Malta, significa dominio reale onnipotente sia ad Oriente che a Occidente. Il globo significa dominio temporale sul globo terrestre, e lo scettro significa controllo sopra gli impulsi religiosi e spirituali dell'umanità. Il simbolo dell'aquila è usato nel rito massonico di Memphis e Misraim, sotto al quale si legge "ordine dal caos", il metodo hegeliano della creazione di crisi. Esso si trova nei sigilli di molti stati nazionali europei ed eurasiatici, compreso quello della Russia, indicando il diretto controllo Vaticano su questi paesi. Esso simboleggia il desiderio di un'elite predatoria con risorse virtualmente illimitate di dominare completamente il mondo intero sotto un Nuovo Ordine Mondiale, un sistema di governo globale, attraverso l'uso della segretezza, della manipolazione, della coercizione e del terrore, per mezzo della massima che il fine giustifica i mezzi.

Vedi: il Simbolo dell'Aquila a Due Teste su Wikipedia




L'emblema dell'aquila a due teste dell'Impero Bizantino (Impero Romano) su uno scudo rosso fu adottato nel 1743 dal famigerato orafo Amschel Moses Bauer. Egli aprì un negozio di monete a Francoforte, in Germania, e appese sopra la sua porta quest'aquila Romana su uno scudo rosso. Il negozio divenne noto come "Impresa Scudo Rosso". Il nome tedesco per 'scudo rosso' è Rothschild. Dopodiché i Rothschild divennero parimenti i banchieri di re e pontefici, tra le più ricche famiglie del mondo. Da allora, essi finanziarono entrambi gli schieramenti di ogni grande guerra e rivoluzione, usando la Dialettica Hegeliana per ingegnerizzare la società e portarla verso il loro Nuovo Ordine Mondiale.
I Rothschild e i loro agenti, come i Rockefeller, hanno manipolato l'America e la sua politica estera quasi dal suo inizio. Essi e i loro partner Skull and Bones-Wall Street, misero in scena e finanziarono entrambi gli schieramenti nella Seconda Guerra Mondiale, e, passato questo incubo mondiale, nacque il loro abbozzo di governo mondiale, le Nazioni Unite, e il loro strumento di tirannia, la CIA. Il padre della CIA, "Wild Bill" Donovan, era un Cavaliere di Malta. Per essere un direttore della CIA è necessario essere un crociato Cavaliere di Malta e non guasta se sei anche un membro della Skull and Bones. Al fine di raggiungere i più alti livelli dell'establishment del Pentagono è necessario essere un Massone Illuminato e/o un Cavaliere di un ordine o di un altro. Importanti militari statunitensi del SMOM includono generali crociati del calibro di Alexander Haig, William Westmoreland e Charles A. Willoughby, un fascista reo confesso.

Altri membri importanti includono:

Alan Keyes
Alberto Moscato
Albrecht Freiherr von Boeselager
Alexander Haig JR.
Alexandre de Marenches
Allen Dulles
Anatoli M. Golitsin
Anthony Blunt
Antony Blair
Anthony Charles Zinni
Augusto Pinochet
Avery Dulles
Avro Manhattan
Benito Mussolini
Bernard Francis Law
Bernard Jensen
Bowie Kuhn
Burton Gerber
Carlo Marullo di Condojanni
Cartha D. DeLoach
Charles Joseph Bonaparte
Charlie Rose
Clare Boothe Luce
Clay L. Shaw
Conrad Hilton
Count Umberto Ortolani
Darrell Issa
David Rockefeller
Drolor Bosso Adamtey I
Ed Artis
Edward G. Landsdale
Edward L. Hennessy, Jr.
Emilio T. Gonzalez
Fidel Castro
Francis D. Flanagan
Francis (Frank) V. Ortiz
Francis L. Kellogg
Frank Capra
Frank C Carlucci
Frank Sinatra
Franz von Papen
Frederic von Hohenzollern-Sigmaringen
Fritz Thyssen
Gen Charles A. Willoughby
General de Lorenzo
General Mark Clark
General Richard Stilwell
General Vernon A. Walters
Gen Lemuel C. Shepherd
George Herbert Walker Bush
George MacDonald
George P. Shultz
George Rocca
George Tenet
George W. Anderson
Gerald Coughlin
Gerard T Lagleder
Gerard R. Roche
Valéry Giscard d’Estaing
Guy Stair Sainty
Ham Shirvani
Harold A.R. ‘Kim’ Philby
Harry Luke
Heinrich Himmler
Henry R. Luce
Herman Schmidt
Hilario Davide
Holland (Holly) Coors
Jack Singlaub
James A. Farrell
James Jesus Angleton
James J. Phelan
Jeane Kirkpatrick
J. Edgar Hoover
Jeffery Coors
Joe Coors
John Robert Bolton
John Farrell
John Jakob Raskob
John A. McCone
John Philby
John Stuttard
Jose Antonio Linati-Bosch
Joseph Brennan
Joseph Edward Schmitz
Joseph Kennedy
Joseph Peter Grace
Joseph Retinger
Juan Carlos I
Juan Peron
Kim Philby
Konrad Adenauer
Kurt Waldheim
Lee Iacocca
Leonard George Horowitz
Licio Gelli
Louis Mortimer Bloomfield
John McShain
Michael Bloomberg
Michael Chertoff
Nelson Mandela
Nicholas F. Brady
Oliver North
Otto von Habsburg
Patrick Joseph Buchanan
Pete Domenici
Phyllis Schlafly
Precott Bush, Jr.
Prince Massimo Spada
Prince Valerio Borghese
Raymond Barre
Raymond Flynn
Raymond J Heuchling
Raymond Rocca
Reinhard Gehlen
Richard Campbell
Richard Dick Price
Richard Riordan
Rick Joyner
Rick Santorum
Ricky Skaggs
Robert L. Shafer
Robert Zoellick
Ronald Reagan
Rudolph Giuliani
Rupert Murdoch
Sir Stewart Menzies
Spiros S. Skouras
Ted Kennedy
Thomas ‘Tip’ O’Neill
“Tony” Anthony Charles Lynton Blair
Victor Emmanuel
Walter Isaacson
Walter Paepcke
William F. Buckley, Jr.
William J. Casey
William Egan Colby
William “Wild Bill” Joseph Donovan
William Randolph Hearst
William Westmoreland
Winston Churchill

La lista completa dei membri dello SMOM:
911: Knights and Dames of Malta


Tale elenco dovrebbe farvi flettere in avanti e prestare attenzione, comunque esso sfortunatamente è solo la punta dell'iceberg. Adesso arriviamo ad un altro importante membro dello SMOM, importante per quello che si sta manifestando in Iraq. Educato presso la Gesuita Georgetown University, l'ex ispettore generale del Pentagono Joseph Edward Schmitz, capo delle operazioni della Blackwater, è un membro sia dello SMOM che dell'Opus Dei.

L'ex ispettore generale del Pentagono Joseph Edward Schmitz si dimise nel 2005 per lavorare per la Blackwater. E' un membro dell'Opus Dei e dei Cavalieri di Malta.

I Cavalieri di Malta in Iraq?

Malta Star | Sep 29, 2007


Un giornalista investigativo americano ha paragonato la società statunitense Blackwater, la più grande fornitrice di servizi di sicurezza nell'Iraq post guerra, ai Cavalieri di Malta.
La società è attualmente nel bel mezzo di una polemica dopo che diversi dei suoi 20.000 organici di stanza in Iraq hanno ucciso un certo numero di civili.
Nel suo libro 'Blackwater: The Rise of the World's Most potente Mercenary Army', Jeremy Scahill collega la moderna azienda di sicurezza ai Cavalieri di Malta.
Lo scrittore sostiene che "i dipendenti della Blackwater...condividono lo stesso zelo religioso con gli antichi crociati", come riportato dal settimanale egiziano Al-Ahram.
Tutti i nazisti di alto livello nel nostro governo sono connessi in qualche modo con il Vaticano, i Gesuiti e i Cavalieri di Malta e lo sono stati per decenni, come lo erano i fascisti italiani e i nazisti tedeschi della Seconda Guerra Mondiale. Dopo tutto, qual'era il loro simbolo preferito dopo la svastica? La Croce Maltese, naturalmente.



Connessioni Cattolico Naziste


Questi Cavalieri SMOM stanno dietro alla maggior parte dei guai mondiali e devono essere denunciati per quello che essi sono, dei criminali. Essi stanno dietro a traffico di droga, omicidi, le maggiori guerre, comunismo, fascismo, feudalesimo, teocrazia, nazismo, sionismo, globalizzazione, sindacati del crimine, grandi eventi terroristici, nuova tortura dell'inquisizione, totale sorveglianza delle informazioni, crolli economici e demoralizzazione sociale, cercando di asservire completamente la specie umana ad un regime di Grande Fratello globale e totalitario, mentre uccidono la maggior parte di noi in questo processo. Infatti, tutto ciò si sta attuando o è in procinto di essere attuato. Siamo sull'orlo di una Terza Guerra Mondiale, che è stata messa in scena interamente da questi uomini profondamente malvagi. Pertanto, non abbiamo tempo per tergiversare.

Ma non prendete le mie parole alla lettera, fate una vostra ricerca, e scoprite e denunciate voi stessi,  prima che questi sporchi mercenari teppisti della Blackwater vengano autorizzati a pattugliare le strade americane e confischino le armi durante la messa in scena della prossima catastrofe. Non possiamo permettere che accada questo in America.


James Jesus Angleton (a Sinistra), capo dello staff di controspionaggio della CIA dal 1954 al 1975, e il Direttore della Cia dell'era Reagan (a Destra) erano entrambi membri dei Cavalieri di Malta.

Per le più recenti connessioni tra i Cavalieri di Malta e l'establishment militare vedi:

Seymour Hersh targeted: Matthew Phelan writes on the fallout from his exposure of the Knights of Malta conspiracy



link articolo originale
: http://aftermathnews.wordpress.com/2007/10/01/blackwater-knights-of-malta-in-iraq/
http://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_blackwater12.htm